Alessandro Lopriore, un triatleta della Mtb alla corte della RDR Factory Team

Conosciamo meglio il biker pugliese della RDR Italia Factory Team

È nato a Monopoli, splendida città della Puglia che sorge sul mare, e l’acqua, evidentemente, è nel suo Dna tanto da far diventare Alessandro Lopriore un eccellente triatleta della Mtb.

Classe ’91, Alessandro Lopriore inizia sin da bambino a praticare sport: « Ho iniziato con il nuoto in tenera età e, probabilmente, nuotavo già quando ero nel pancione di mia mamma. Successivamente grazie alla passione per la natura e per la bici , ho iniziato a pedalare in Mtb dall’età di 13 anni fino ai 18 anni. Poi sono passato al triathlon e in particolare al cross triathlon dove le due frazioni in bici e a piedi sono su percorsi sterrati».

Nella Mtb, Lopriore è stato più volte convocato dalla rappresentativa regionale Fci Puglia: «Belle esperienze. Nel 2009 ho vinto, da juniores, il Circuito dei Parchi, e nel 2010, i campionati regionali sia Cross country che Marathon”

Poi l’esperienza nel triathlon.

«Nel 2012 è arrivata la mia prima vittoria assoluta in una gara di triathlon sprint su strada a Campomarino, in provincia di Brindisi. Nel 2013 ho conquistato ben cinque titoli regionali triathlon sprint, triathlon olimpico, duathlon sprint, duathlon classico e aquathlon classico».

Poi arriva il 2014, cosa succede?

«Cambio team e dal Cus Bari passo al Peperoncino team: una squadra professionistica torinese internazionale. Il risultato più importante del 2014 è stata la vittoria al triathlon sprint cross nazionale di Monte del Lago, sul lago Trasimeno, in provincia di Perugia. Poi arriva il sesto posto nella categoria Under23 ai Campionati europei di cross triathlon e la medaglia di bronzo Under23 agli italiani di Cross triathlon a Revine Lago, in Veneto».

La tua seconda svolta arriva nel 2015?

«Colgo tanti risultati, anche grazie anche alla sponsorizzazione e alla fiducia dell’azienda RDR Italia e di altri sponsor che hanno creduto in me. Arrivano la vittoria assoluta al Duathlon cross di Porto Selvaggio, il successo assoluto al Triathlon super sprint di Palese. La vittoria più bella è stata alla tappa italiana Xterra Italian Championship sulla distanza sprint».

Poi un brutto infortunio.

«Decido di tornare a correre solo in Mtb, perché è lo sport che mi regala emozioni più forti, sempre a contatto con la natura e si rafforza il collaudato connubio con il team valdostano RDR. Il 28 febbraio appuntamento in Campania per l’esordio in una gara di Cross country tra gli Elite. Il livello è cresciuto tantissimo – dice Lopriore – sia tra gli Elite che tra gli stessi amatori: ci si allena sempre meglio grazie a strumenti e materiali sempre più sofisticati. A tal proposito l’azienda sta lavorando con tanta attenzione per fornirci un mezzo meccanico grintoso e competitivo. Gli Elite rappresentano la massima categoria e sarà dura, almeno all’inizio, ottenere risultati importanti. Mi dedicherò maggiormente a granfondo e marathon nazionali».

Come ti trovi con la RDR Italia Factory Team?

«È una grande famiglia prima di essere una squadra: si ride, si scherza, ci si confronta. Tutto ciò aiuta molto. Ho molto da imparare e sono sicuro che Mattia Pozzo sarà un ottimo cicerone: sempre disponibile e preparato, così come Marco Liporace. Voglio poi sottolineare il grande apporto, in termini di esperienza e passione di Vincenzo Jeantet e di Cristina che, unite alla professionalità di Nicolas Jeantet, rendono il team completo in tutti i sensi».

La stagione inizia con quali obiettivi?

«La promessa che faccio a me stesso è di crescere a livello atletico e mentale ed entrare sempre di più nell’ottica dell’atleta professionista. Per questo mi sto allenando molto bene: i test parlano chiaro ora non resta che gareggiare. E la promessa che faccio al team – conclude Alessandro Lopriore – è di mettere il massimo impegno in gara e fuori gara, per raggiungere importanti risultati con la splendida famiglia RDR».

 

[wysija_form id=”1″]




Commenta l'articolo...

velomagit