Davide Rebellin vince la Coppa Agostoni 2015

Coppa Agostoni 2015: Rebellin vince su Nibali

La Coppa Agostoni 2015 va a al corridore della CCC Sprandi Polkowice. Secondo, dietro Rebellin, il campione italiano Vincenzo Nibali

A 44 anni Davide Rebellin ha ancora voglia di correre e di vincere. Lo ha dimostrato sul traguardo della Coppa Agostoni 2015, battendo allo sprint il tricolore Vincenzo Nibali, autore dell’attacco decisivo a 40 km dalla conclusione.

Come da pronostico Nibali, rientrato alle corse oggi dopo l’espulsione dalla Vuelta, ha fatto di tutto per dimostrare di essere in buone condizioni ma nulla ha potuto davanti allo spunto veloce di Rebellin. Determinante l’apporto nella fuga a tre di Michele Scarponi che ha evitato il ricongiungimento degli immediati inseguitori.

La cronaca della Coppa Agostoni 2015.

Partenza alle 11,00 dal piazzale antistante la Reggia di Monza e andatura subito sostenuta nonostante la pioggia. Al chilometro 27 il primo tentativo di fuga, si forma in testa drappello di otto unità composto da Benito Diaz (Esp-Caja Rural), Schumaker (CCC Sprandi Polkowice), Andriato (Brasile-Southeast), Zilioli (Androni), Postalberger (Bora Argon),  Pozzo (Nippo-Vini Fantini), Ballerini (Unieuro) e Tomio (Roth). Al loro inseguimento restano per un bel po’ di chilometri Baron Castillo (Colombia) e Gazzara (MgKvis).

La caduta di Postalberger al chilometro 63 riduce  a sette il gruppo di testa mentre il vantaggio sale fino a 4′ e 30″ per poi iniziare a scendere.

La salita del Lissolo fa la selezione, si staccano dalla testa della corsa Pozzo (Nippo-Fantini), Andriato (Southeast), Tomio (Roth).

In testa alla corsa rimangono in quattro:  Benito Diaz (Esp-Caja Rural), Schumaker (CCC Sprandi Polkowice), Ballerini (Unieuro) e Zilioli (Androni). Proprio quest’ultimo, al chilometro 132,  rompe gli indugi e lascia la compagnia ma il tentativo verrà annullato ai meno 40 sotto la spinta di Nibali, al quale resistono solo il compagno di squadra Scarponi e Rebellin.

Provano ad agganciarsi ai tre il tandem Finetto (Southeast) e Gasparotto (Wanty) ma non riescono a tenere  il ritmo imposto da Nibali.

Nel circuito finale i tre hanno un minuto di vantaggio sul gruppo inseguitore che però riesce a recuperare costantemente e allora all’ultimo chilometro entra in scena Scarponi che tiene alto il ritmo per favorire la volata di Nibali ma il campione italiano deve deve inchinarsi a Rebellin. La Coppa Agostoni 2015 va al corridore della CCC Sprandi Polkowice.

 

Ordine d’arrivo:

1. Davide Rebellin (CCC Sprandi Polkowice) km 198 in 5h04’28” media 39,019;

2. Vincenzo Nibali (Astana);

3. Nicolò Bonifazio (Lampre-Merida);

4. Giacomo Nizzolo (Nazionale Italiana);

5. Sonny Colbrelli (Bardiani-Csf);

6. Andrea Pasqualon (Roth-Skoda);

7. Simone Ponzi (Southeast);

8. Maciej Paterski (CCC Sprandi Polkowice);

9. Enrico Gasparotto (Wanty – Groupe Gobert);

10. Antonino Parrinello (D’Amico-Bottecchia).

 

[wysija_form id=”1″]

 




Commenta l'articolo...

velomagit